Petrolio in ritirata nell’ultima settimana: incertezza su riunione Opec

28 Ottobre 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Per la prima volta dalla fine di settembre il Brent scende sotto i 50 dollari al barile e il Wti si è attestato intorno ai 49.18 dollari.

A influire in maniera negativa tra gli investitori l’incertezza intorno alla possibilità che l’Opec sia in grado di coordinare un taglio della produzione abbastanza forte da frenare l’eccesso globale che ha perseguitato i mercati per due anni. Secondo indiscrezioni riportate dall’agenzia stampa Reuters, l’Arabia Saudita e gli altri Paesi membri dell’OPEC avrebbero detto alla Russia di essere disposti a tagliare i picchi di produzione del 4%. Intanto si attende la riunione del 30 novembre e secondo gli analisti il risultato più probabile sarà un accordo “annacquato” visto che l’OPEC fa fatica a trovare un consenso al raggiungimento del 32,50-33.000.000 barili al giorno di produzione concordati nel mese di settembre”.