Petrolio in picchiata per colpa di un tweet di Trump

26 Febbraio 2019, di Mariangela Tessa

Si abbattono le vendite sul petrolio. Oggi il Wti quota in ribasso dello 0,49% a 55,21 dollari il barile Wti, dopo che i prezzi del greggio sono scesi fra ieri e oggi ai minimi da oltre una settimana (-4%).

Ad alimentare le prese di beneficio, le dichiarazioni del presidente Donald Trump che ieri, in un tweet, ha dichiarato che i valori del petrolio sono troppo alti, sottintendendo che l’Opec deve agire. Secondo il Wall Street Journal, il cartello ha comunque intenzione di limitare la produzione e ne discuterà durante il meeting di aprile.