Petrolio: dopo il venerdì nero, i prezzi tornano a correre

26 Novembre 2018, di Alessandra Caparello

È stata ribattezzata “il Black Friday del petrolio” la seduta di venerdì scorso con i prezzi del greggio in pesante ribasso. Il Brent è sceso sotto i 60 dollari al barile mentre il Wti cede sotto i 50 dollari, entrambi ai minimi da ottobre 2017. Oggi invece si registrano recuperi nonostante le iniezioni di petrolio da record dell’Arabia Saudita sui mercati.

I contratti sul greggio wti con scadenza a gennaio guadagnano 38 centesimi a 50,80 dollari al barile; il Brent ne recupera 67 e passa di mano a 59,47 dollari.