Petrolio finisce la benzina, malgrado calo scorte settimanali Usa

12 Aprile 2017, di Daniele Chicca

Le scorte di greggio sono calate di -2,166 milioni di barili la settimana scorsa negli Stati Uniti. I dati dell’EIA si confrontano con una flessione di 1,5 milioni attesa dal mercato e con un incremento di 1,566 milioni registrato il periodo antecedente.

La produzione è quasi unicamente l’unica voce che potrebbe limitare i rialzi dei prezzi del petrolio sui mercati. Dal report è emersa una variazione positiva del +0,4% su base settimanale e del +2,9% su base annuale. Le quotazioni si sono rafforzate di altri 20 centesimi immediatamente dopo la pubblicazione delle scorte da parte dell’EIA (l’agenzia internazionale dell’Energia) ma non riescono a superare la soglia di 53,80 dollari al barile, che equivale ai massimi dello scorso 7 marzo, e ora scambiano addirittura in ribasso.