Panama Papers: nel mirino anche Credit Suisse e HSBC

5 Aprile 2016, di Alessandra Caparello

GINEVRA (WSI) – Anche Credit Suisse e HSBC coinvolte nelo scandalo Panama Papers. Le due banche però respingono le accuse di aver usato società offshore per aiutare i loro clienti ad evadere il Fisco.
Il ceo di Credit Suisse, Tidjane Thiam, ha reso noto:

“Come compagnia, come banca, incoraggiamo soltanto l’uso di strutture quando c’è un legittimo scopo economico e non tolleriamo strutture per l’evasione fiscale”.

Anche HSBC respinge ogni accusa:

“Le accuse sono storiche, in alcuni casi risalgono a 20 anni fa, prima delle nostre significative e ben note riforme applicate negli ultimi anni”.