Orrore Isis: cavie umane usate per test chimici

22 Maggio 2017, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Prigionieri dell’Isis usati come cavie umane per alcuni esperimenti chimici. A dirlo il Times che rivela l’ennesimo orrore compiuto dallo Stato islamico.

I prigionieri sarebbero tutti morti dopo un’agonia di giorni. La scoperta è stata fatta all’università di Mosul la capitale dell’Isis dove sono stati rinvenuti documenti in cui verrebbe esplicitato l’obiettivo dell’Isis di utilizzare queste armi chimiche in Occidente, contaminando cibo e bevande.