Oms: una morte su quattro è legata all’ambiente, sono 12,6 milioni all’anno

15 Marzo 2016, di Alberto Battaglia

MILANO (WSI) – Le morti attribuibili all’inquinamento ambientale sono 12,6 milioni all’anno; è quanto si legge in uno studio dell’Organizzazione mondiale della sanità, secondo il quale una morte su quattro, su scala globale, è legata a fattori di rischio dovuti all’ambiente in cui si vive o si lavora.

Il rapporto, intitolato “Prevenire le malattie attraverso ambienti salubri”, riassume i risultati di 14 regioni del mondo. “Le prove mostrano che i rischi ambientali giocano un ruolo in più dell’80% delle malattie riportate dall’Oms”, scrive l’organizzazione.

In Europa l’esposizione a fattori di rischio ambientale, stima l’Oms, ha provocato 1,4 milioni di morti solo nel 2012.

“Queste scoperte hanno importanti implicazioni politiche, perchè i fattori di rischi ambientali che sono stati studiati possono essere molto modificati da interventi stabiliti e economicamente vantaggiosi”, scrive l’Oms, “Tali interventi promuovono l’equità beneficiando tutti i membri della società, mentre vengono soddisfatti i bisogni delle fasce più a rischio”.