Ocse: riviste al ribasso stime crescita Italia

21 Settembre 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Riviste al ribasso le stime di crescita per l’Italia da parte dell’Ocse nel suo Economic Outlook di settembre. L’ente parigino ha previsto che la crescita italiana si attesterà allo 0,8% nel 2016 e anche nel 2017, ritoccando rispettivamente al ribasso di 0,2 e di 0,6 punti le stime rispetto all’economic outlook di giugno. Si tratta del livello di crescita più basso di tutti i paesi europei e il secondo più basso dei paesi avanzati dopo il Giappone.

“La revisione al ribasso delle stime di crescita italiane è dovuta al fatto che le attese su investimenti e scambi non si sono rivelati così fruttuosi come si prevedeva (…) Nel caso dell’Italia dobbiamo riconoscere che c’è una vasta gamma di sfide da affrontare”.

A dirlo Catherine Mann, capo economista dell’organizzazione parigina. Guardando al Pil mondiale secondo l’Ocse crescerà del 2,9% nel 2016 e del 3,2% nel 2017, mentre in riferimento alla zona euro, la crescita prevista è dell’1,5% nel 2016 e dell’1,4% nel 2017, rispettivamente 0,1 e 0,3 punti in meno rispetto alle precedenti stime di giugno.