Ocse alza stime Pil Italia, deficit e debito scenderanno

9 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

PARIGI (WSI) – Riviste al rialzo le previsioni di crescita economica sull’Italia da parte dell’Ocse. Nel suo Economic Outlook, l’Ocse stima un + 0,8% del Pil sul 2015 e un +1,4 % sia sul 2016 che sul 2017. Anche il debito pubblico, dopo il picco del 2015 al 134,3% del Pil, scenderà al 133,5% nel 2016 e 131,8% nel 2017.

“La ripresa in Italia sta gradualmente prendendo velocità, e il Pil crescerà dell’1,4% nel 2016 e 2017″.

Il deficit pubblico “continuerà a diminuire, con la ripresa economica che aumenta gli introiti fiscali e l’onere per interessi sul debito pubblico che cala”  e passerà dal 2,6% del Pil nel 2015 a 2,2% nel 2016 e 1,6% nel 2017.  L’organizzazione ha ricordato che:

Nel 2016 il governo prevede di usare pienamente la flessibilità nelle regole Ue sul deficit per incrementare l’investimento pubblico e ridurre le tasse. Spostare l’onere fiscale dal lavoro al consumo e all’immobiliare, e aumentare le tasse ambientali, creerebbe il contesto per una crescita più forte e amica dell’ambiente”.