Occupazione, crescono assunzioni Pmi. Ma il problema rimane il fisco

23 Novembre 2015, di Alberto Battaglia

Il fisco pesa ancora troppo, ma l’occupazione sta dando buoni segnali. Questi i punti fondamentali discussi nell’assemblea annuale della Confederazione nazionale dell’artigianato.

Uno studio sul mercato del lavoro delle micro e piccole imprese stilato dall’osservatorio Cna ha calcolato che, dall’inizio dell’anno, l’occupazione è cresciuta del 3% (+o,5% nel solo mese di ottobre), con un incremento delle assunzioni pari al 3,3% ,cui corrisponde una riduzione del 4% delle cessazioni lavorative.

Il contratto a tempo indeterminato è e rimane il più diffuso fra le Pmi: ad ottobre sono oltre l’88% degli assunti ad aver firmato un contratto non a termine.

La Cna ha ribadito che il principale freno allo sviluppo delle Pmi resta la pressione fiscale troppo alta, per quanto la direzione intrapresa dal governo sia quella auspicata, attraverso provvedimenti quali la riduzione dell’aliquota dell’Imposta sul reddito delle società.