Nutella Bar a Teheran censurati: non potranno più chiamarsi così

19 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

Dopo le statue coperte a Roma durante la visita del presidente iraniano un altro orgoglio italiano dovrà subire un sorta di censura da parte di Teheran: la Nutella. O meglio, i NutellaBar che popolano la capitale dell’Iran, che non potranno più chiamarsi così. Lo ha deciso l’Accademia Persiana per la Lingua e la Letteratura, analoga alla nostra Crusca. Si ritiene che la parola “Bar” non si confaccia a un paese nel quale il consumo di alcol è assolutamente vietato e in cui le influenze da lingue straniere sono quasi del tutto bandite. “L’Accademia sta solo cercando di preservare la creatività del nostro linguaggio”, ha spiegato alla Stampa Mohammad Ali Zamani, storico dell’università Kharazmi di Teheran.