Nuova indagine Fbi su Uber, usato software illegale

8 Settembre 2017, di Livia Liberatore

Avrebbe usato un software per interferire illegalmente con i concorrenti. L’Fbi ha iniziato una nuova indagine su Uber e sull’utilizzo del software “Hell” per rintracciare gli autisti della rivale Lyft. Lo ha rivelato il Wall Street Journal citando fonti vicine all’inchiesta.

Attraverso il programma, non più usato dallo scorso anno, Uber creava falsi account Lyft per cercare le corse, localizzare i drivers di Lyft nelle vicinanze e capire le loro tariffe. Questo avrebbe permesso anche a Uber di individuare i guidatori e di attirarli a lasciare Lyft con incentivi in denaro.