Nowotny (Bce) non esclude guerra valutaria

9 Luglio 2018, di Mariangela Tessa

I rischi di guerra commerciale “sono meno drammatici di quanto era sembrato in un primo momento” e, anche se presumibilmente non ci sarà un effetto grave dei dazi sull’economia europea, “ci potrebbe essere un’indesiderata guerra valutaria”, che avrebbe ricadute “molto più gravi”.

Lo ha detto durante una conferenza a Zurigo il membro del Consiglio della Banca centrale europea Ewald Nowotny, sottolineando che pero’

Per quanto riguarda la politica monetaria, Nowotny ha spiegato che non ci saranno cambiamenti dei tassi di interesse nell’Eurozona “fino a dopo l’estate 2019” e, dopo quella data, “si stara’ a vedere”.