Nomine Rai, Usigrai: “delegittimati tutti i dipendenti”

18 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Nuove nomine in Rai. A 7 mesi dal suo arrivo, l’amministratore Antonio Campo Dall’Orto ha dato i nomi della sua squadra manageriale ed editoriale tra cui figurano Daria Bignardi alla guida di Raitre, Andrea Fabiano direttore di RaiUno, Ilaria Dallatana a RaiDue, Angelo Teodoli a Rai4 e Antonio Marano presidente di Rai Pubblicità.

Nomine che hanno subito causato polemiche dal mondo politico e in particolare dal Movimento 5 stelle e dall’Usigrai, l’Unione Sindacale Giornalisti Rai, parla di schiaffo contro chi lavora a Viale Mazzini.

“Nei fatti una sonora sfiducia e delegittimazione di tutti i dipendenti della Rai. Se fossero veri i nomi che domani saranno proposti dall’ad al Consiglio di Amministrazione, saremmo di fronte a un fatto grave. Salvo l’eccezione di RaiUno, l’ennesima infornata di esterni. Evidentemente Campo Dall’Orto ritiene che tra gli 11mila dipendenti non ci sono professionisti in grado di assumere ruoli di rilievo. Si dà corpo così al pregiudizio che l’Usigrai ha denunciato da subito, nei confronti di tutti coloro che in questi anni hanno lavorato per il Servizio Pubblico, assicurando il primato alla Rai in termini di ascolto e credibilità”.