NN Investment Partners: investitori immobili, in attesa di una bussola

16 Maggio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – “Dopo il panico che si è imposto nelle prime sei settimane dell’anno e la successiva forte ripresa, gli investitori sono in attesa di nuove linee guida che i politici e i dati economici dovrebbero fornire”. Così in una nota odierna, Valentijn van Nieuwenhuijzen, Chief Strategist and Head of Multi Asset di NN Investment Partners, secondo cui negli ultimi tempi gli investitori hanno mostrato una mancanza di convinzione. “I livelli di liquidità sono elevati, il sentiment è basso, e i gestori dei fondi comuni di investimento sono scarsamente esposti sia verso le obbligazioni che verso le azioni. Questi indicatori non hanno tuttavia raggiunto livelli estremi, e non manifestano chiari segnali in controtendenza”.

Su questo fronte decisive saranno le mosse delle banche centrali. Prima fra tutte la Fed. “Anche se confermiamo il nostro scenario, secondo cui la Fed effettuerà due rialzi dei tassi per quest’anno, con il rischio che in prospettiva futura il numero dei rialzi diminuisca, ci aspettiamo che il prossimo aumento dei tassi avvenga a luglio anziché a giugno. Il motivo principale è costituito dalla discordanza dei dati negli Stati Uniti, tra quelli solidi riferiti al mercato del lavoro e i dati tendenziali dell’attività economica risultati un po’ più deboli, in particolare nell’ambito delle spese per gli investimenti ma anche per i consumi. Ci aspettiamo comunque un miglioramento dei dati sulle spese nel secondo trimestre, e anche la Fed pare concordare in tal senso. Nella sua dichiarazione ha fatto riferimento in modo esplicito a forti aumenti dei redditi reali, e ai livelli elevati della fiducia dei consumatori. Tuttavia, ci aspettiamo che la Fed preferisca attendere che la sua teoria relativa ai consumi si confermi come esatta, prima di intraprendere azioni successive”.