Nissan: per Ghosn si accedono speranze scarcerazione

4 Marzo 2019, di Mariangela Tessa

Si accendono le speranza su una prossima scarcerazione di Carlos Ghosn, l’ex presidente della Nissan-Renault, in stato di fermo da metà novembre a Tokyo. Il nuovo legale si è detto più ottimista del predecessore sulla possibilità che Ghosn venga scarcerato dietro cauzione grazie a una strategia “totalmente differente”.

L’avvocato Junichiro Hironaka ha depositato giovedì scorso una nuova richiesta in tal senso, la terza dopo le due già respinte che erano state presentate dal precedente legale Motonari Otsuru. Il Tribunale di Tokyo dovrebbe esprimersi “a breve”, secondo Hironaka, che in caso di rigetto farà appello.

A carico dell’ex tycoon 64 enne è stata formalizzata una prima incriminazione a inizio dicembre per aver sottostimato la sua retribuzione in un periodo di 8 anni, e una seconda, successivamente, per abuso di fiducia aggravata, in relazione a un’operazione di copertura di perdite personali con soldi dell’azienda