New York Times: Trump perse oltre un miliardo tra il 1985 e il 1994

8 Maggio 2019, di Mariangela Tessa

Tra il 1985 e il 1994, complice scelte d’affari sbagliate, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump avrebbe perso 1,17 miliardi di dollari.

È quanto scrive il New York Times che ha ottenuto la documentazione fiscale dell’inquilino della Casa Bianca, anche se relativa a un periodo piuttosto lontano nel tempo.  Non si tratta delle carte degli ultimi sei anni la cui pubblicazione è oggetto di un’accesa battaglia legale tra amministrazione e Congresso.

Nel complesso, scrive il quotidiano americano, “Trump perse tanto denaro che fu esentato dal pagamento delle imposte sul reddito per otto dei dieci anni” in esame, anche se non è noto se il fisco Usa abbia chiesto correzioni a seguito di ispezioni successive.