Nella partita Broadcom-Qualcomm si inserisce Intel

12 Marzo 2018, di Mariangela Tessa

Nuovo colpo di scena nel tentativo da parte di Broadcom di prendere il controllo di Qualcomm. Oltre al governo americano, ora secondo il Wall Street Journal, a rovinare i piani di Broadcom ci avrebbe pensato Intel. Il più grande produttore al mondo di chip, scrive il quotidiano americano, starebbe valutando una serie di acquisizioni tra cui c’è anche il rivale di Singapore, che ha lanciato un’Opa ostile sul competitor americano.

L’impressione è che Intel tema la possibile fusione tra Broadcom e Qualcomm, da cui nascerebbe un rivale ben più grande. Su quella transazione da 117 miliardi di dollari ha acceso in settimana un faro il governo Usa attraverso il Committee on Foreign Investment americano (Cfius). Chiaramente Intel spera che le mire espansionistiche di Broadcom falliscano altrimenti la sua leadership potrebbe essere intaccata.