Mutui subprime: RBS versa $5,5 miliardi per risarcire clienti truffati in Usa

12 Luglio 2017, di Daniele Chicca

Royal Bank of Scotland (RBS) è solo l’ultima banca in ordine di tempo ad aver accettato di versare una somma elevata per risarcire i clienti che sono stati portati a comprare titoli legati ai mutui immobiliari durante e prima la grande crisi finanziaria del 2007-2009.

RBS pagherà alle autorità americane 5,5 miliardi di dollari (4,8 miliardi di euro circa) per chiudere uno dei due principali contenziosi in corso negli Stati Uniti che fanno riferimento alle accuse di aver truffato la clientela. Il closing delle procedure è anche condizionale alla vendita della quota che lo Stato britannico ha tuttora in RBS, banca che ha salvato tramite la nazionalizzazione proprio durante la crisi dei mutui subprime di 10-8 anni fa.