Mps chiude il 2016 in rosso, tasso patrimoniale all’8%

10 Febbraio 2017, di Alessandra Caparello

SIENA (WSI) – Mentre è in corso il piano di ristrutturazione, Mps chiude l’anno 2016 in rosso con una perdita di 3,38 miliardi di euro, inclusi 2,59 miliardi di rettifiche sui crediti. A renderlo noto ieri il cda presieduto da Alessandro Falciai.

La banca più antica del mondo chiude il proprio bilancio con rettifiche complessive per 4 miliardi e mezzo, circa 2 in più dell’anno scorso. A fine 2016 inoltre il patrimonio di base (Cet 1) del gruppo senese è calato all’8% dell’attivo ponderato per il rischio contro il 12% di fine 2015, un calo dovuto principalmente alla perdita del periodo (3,38 miliardi di euro, ndr) parzialmente compensata dalla riduzione delle attività ponderate per il rischio.