Mps, AD Morelli: “Resto anche con stipendio ridotto”

1 Marzo 2017, di Alessandra Caparello

SIENA (WSI)  – “Resto a Siena anche con uno stipendio ridotto”. A dirlo l’ad del Monte dei Paschi, Marco Morelli in un convegno Fabi.

“Abbiamo di fronte a un periodo lungo, perché per riappropriarsi di una presenza commerciale ci vorrà qualche anno, è un percorso molto lento. Il mio obiettivo è non solo chiudere le formalità sulle negoziazioni del piano con la vigilanza, ma avere anche un chiaro percorso di lavoro. Noi negli ultimi 12 mesi abbiamo perso miliardi di masse commerciali. E’ molto facile perdere clienti e volumi di business ed è molto difficile riprenderli”.

Il numero uno della banca nell’occhio del ciclone da mesi lancia poi un monito.

“Mps deve camminare nonostante i paletti dell’Ue. Mps si rilancia nella misura in cui, pur nell’ambito di un disegno industriale da condividere con Commissione europea e vigilanza, e quindi con una serie di paletti, deve avere la possibilità di camminare”.