Moscovici: “niente procedura per deficit eccessivo Italia”. Nuovo esame in autunno

18 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

Il commissario europeo per gli affari economici, Pierre Moscovici, ha dato il suo via libera al bilancio italiano del 2016: “Non ci sono i presupposti per aprire una procedura per deficit eccessivo”, ha dichiarato, allontanando i timori che il governo abbia spinto eccessivamente sull’acceleratore. Restano i consueti moniti sul debito pubblico eccessivo, con un nuovo giudizio che arriverà a novembre. “Ritorneremo in autunno a fare una nuova analisi”, ha affermato Moscovici, “la nostra vigilanza c’è”.

“Per l’Italia la Commissione riesaminerà la sua valutazione sui fattori rilevanti a novembre”, si legge in un documento rilasciato da Bruxelles, “quando saranno disponibili nuove informazioni sulla ripresa del percorso di aggiustamento sul 2017, verso gli obiettivi di medio termine”.