17:33 martedì 1 Dicembre 2020

Mirabaud, completato il closing del primo veicolo di private equity

La società di gestione Mirabaud Asset Management ha completato, in partnership con David Wertheimer, il primo closing del veicolo di private equity Mirabaud Lifestyle Impact & Innovation.

L’operazione si è conclusa con successo, superando il target previsto di 50 milioni di euro. Il veicolo ha infatti raccolto oltre 56 milioni di euro, attraendo investimenti da Europa, America Latina, Medio Oriente e Asia, un ottimo risultato per Mirabaud. Si tratta della seconda strategia di private equity tematico lanciata da Mirabaud, dopo il fondo dedicato alle “Living Heritage Companies” del settore del lusso, la cui raccolta si è conclusa con successo nel dicembre 2018.

Il Mirabaud Lifestyle Impact & Innovation punta a cavalcare la rivoluzione delle abitudini di consumo spinta dai Millennial, sostenendo gli imprenditori europei e internazionali che sono destinati con ogni probabilità a diventare i player principali della futura scena del digitale, del lifestyle e dell’innovazione. Oltre ad apportare capitale, il team di Mirabaud offrirà anche assistenza e know-how nelle attività di marketing, management, distribuzione e innovazione.

Breaking news

17:39
Piazza Affari chiude a -0,6%, Saipem sugli scudi (+4%)

Finale negativo a Piazza Affari, con Saipem in controtendenza. A Wall Street focus sulla Fed in attesa delle minute e dei conti di Nvidia

16:29
Wall Street, apertura cauta: S&P -0,15%

Apertura poco mossa dei mercati a Wall Street in attesa della trimestrale di Nvidia e dei verbali della Federal Reserve.

15:30
Nintendo acquisisce lo sviluppatore di videogiochi Shiver Entertainment

Il colosso giapponese dei videogiochi Nintendo ha annunciato l’acquisto dello sviluppatore americano Shiver Entertainment da Embracer Group, con impatto minimo sui risultati finanziari dell’anno fiscale in corso.

15:29
Petrolio, prezzi in calo: Brent a -1,42%, WTI scende dell’1,59%

I futures sugli indici petroliferi registrano un calo a causa delle previsioni di tassi di interesse più elevati negli Stati Uniti per un periodo prolungato, influenzati dall’inflazione persistente. Il Brent e il WTI hanno visto una diminuzione, mentre la Federal Reserve attende segnali più chiari di un rallentamento dell’inflazione prima di considerare riduzioni dei tassi.

Leggi tutti