Milwaukee, situazione incendiaria: guerra urbana contro la polizia dopo morte afroamericano

16 Agosto 2016, di Daniele Chicca

È un’altra notte di violente proteste a Milwaukee, dove per la seconda notte consecutiva più di un centinaio di cittadini sono scesi in strada per manifestare il proprio dissenso contro le forze dell’ordine dopo la controversa uccisione di un ragazzo afroamericano armato da parte di un poliziotto.

Decine di poliziotti in tenuta antisommossa hanno fronteggiato circa 150 dimostranti che hanno bloccato un incrocio vicino al luogo in cui sabato pomeriggio é stato ucciso il 23enne Sylville Smith. Una persona é rimasta ferita in seguito a un colpo di arma da fuoco ed é stata soccorsa dalla polizia con un mezzo blindato e portata in ospedale. Eseguiti anche numerosi arresti.

Gli agenti hanno cercato di disperdere la folla, ma sono stati attaccati con sassi e bottiglie e per questo é stato necessario soccorrere la persona ferita con un veicolo blindato. Il movimento militante Black Lives Matter sta facendo sentire le proprie ragioni in strada dopo le diverse uccisioni di neri da parte della polizia in tutto il paese.