Migranti, “tre su cinque presentano disagi mentali”

15 Luglio 2016, di Daniele Chicca

È allarmante l’analisi di Medici Senza Frontiere sulle condizioni dei migranti dopo la lunga traversata pericolosa che li porta in Occidente. Il 60% di loro presenterebbe infatti
“disagi mentali” a causa del trauma da viaggio subito. Inoltre, sempre secondo l’organizzazione non governativa il “sistema di accoglienza è impreparato” a gestire il numero eccessivo di migranti in arrivo nelle nostre coste.

Tra i 199 pazienti direttamente presi in carico da MSF nei CAS di Ragusa, il 42% presentava disturbi compatibili con il disordine da stress post traumatico (PTSD) seguito dal 27% affetto da disturbi dovuti all’ansia. La probabilità di avere disagi psicopatologici è risultata di 3,7 volte superiore tra gli individui che avevano subito eventi traumatici. Il tutto per raggiungere quella che i migranti sperano sia la terra promessa, in grado di offrire loro un lavoro, soldi e felicità.