Migranti, Svezia: controlli di frontiera ed esplusioni

28 Gennaio 2016, di Alberto Battaglia

La Svezia intende espellere fino a 80mila dei richiedenti asilo che sono stati accolti nel Paese nel 2015, lo ha dichiarato il ministro dell’Interno Anders Ygeman in un’intervista comparsa oggi sul quotidiano finanziario Dagens Industri.

Il ministro ha affermanto, più precisamente, che dei 163mila migranti ne verranno espulsi tra i 60mila e gli 80mila; potranno partire volontariamente, oppure saranno costretti a partire.

“Abbiamo una grande sfida davanti. Dovremo usare più risorse e avere una collaborazione migliore tra autorità”, ha detto Ygeman.

La Svezia, in rapporto alla popolazione, è il paese europeo che ha accolto il numero maggiore di migranti, anche più della Germania.

Contestualmente sono state recentemente inasprite le modalità d’ingresso nel Paese scandinavo con la reintroduzione dei controlli alla frontiera.