Migranti, Ocse: flussi in calo per la prima volta dal 2011

20 Giugno 2018, di Alessandra Caparello

In leggero calo per la prima volta dal 2011 i flussi migratori versi i paesi dell’Ocse. Lo rende noto lo stesso istituto parigino nel suo Rapporto annuale sulle migrazioni.

“Per la prima volta dal 2011, i flussi migratori verso i Paesi dell’Ocse sono in leggera diminuzione, con l’ingresso di circa 5 milioni di migranti permanenti nel 2017 (contro 5,6 milioni ne 2016)”.

E in Italia? Il calo è stato ancora più marcato dice l’Ocse.

“Nel 2017, 119.000 migranti sono arrivati in Italia per via marittima, il 34% in meno rispetto al 2016 e il 22% in meno rispetto al 2015. Questo calo segue gli accordi Italia-Libia firmati a inizio 2017 che limitano i flussi migratori di provenienza dall’Africa. Intanto un numero crescente di italiani ha lasciato il proprio Paese: sono aumentati nel di oltre l’11 quelli che hanno dichiarato di aver trasferito la residenza all’estero, ma si stima che in realtà possano essere ancora di più”.