Messaggistica mobile: in Italia traina la crescita Banking&Finance

21 Luglio 2021, di Mariangela Tessa

In Italia, è il settore Banking&Finance a guidare al primo posto la classifica dei comparti più attivi e alto-spendenti nell’ambito dei servizi di messaggistica via mobile.
Secondo l’indagine condotta a livello europeo da PWC per Esendex, leader internazionale per le soluzioni di messaggistica istantanea per il business da oggi presente anche in Italia, il settore finanziario e bancario ha registrato la maggiore crescita (+36%) nell’utilizzo di SMS negli ultimi tre anni, ed è in testa anche nelle previsioni di ulteriore sviluppo, pari al 46% entro il prossimo triennio.

Un dato che non stupisce: secondo la ricerca, le comunicazioni via SMS per i pagamenti sono tra le più utilizzate in tutti i settori secondo il 59% delle aziende intervistate, a riprova del fatto che sempre più imprese si affidano alla messaggistica mobile per finalizzare e confermare transazioni. Nel settore bancario, in particolare, l’utilizzo degli SMS viene adottato per svariate finalità, come il pagamento di rate e piani di ammortamenti, la riscossione di somme dovute e pagamenti in arretrato, la riscossione di premi assicurativi.

Inoltre, per il settore banking, la spinta verso la comunicazione mobile ha registrato un’impennata a seguito dell’entrata in vigore a settembre 2019 della normativa europea PSD2 (Payment Services Directive 2) che impone alle banche l’attivazione dell’autentificazione a due fattori per completare le operazioni finanziarie. In questo contesto, i servizi di messaggistica istantanea giocano un ruolo chiave nell’adeguamento alle normative, garantendo agli istituti finanziari un livello di sicurezza certificato e velocizzando le transazioni.