In Asia taglio tassi a sorpresa da questa banca centrale. Tokyo +1,26%, Shanghai giù

10 Marzo 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Mercati asiatici contrastati, sulla scia delle mosse delle banche centrali di Nuova Zelanda e Sud Corea.

L’indice azionario di riferimento della Nuova Zelanda è salito +0,79% oltre 6-500, dopo che la Reserve Bank of New Zealand, la RBNZ, ha sorpreso i mercati, tagliando i tassi di interesse. Il tasso ufficiale è stato tagliato di 25 punti base al 2,25%.

Immediata la reazione del dollaro neozelandese, che ha perso oltre 1 cent nei confronti del dollaro Usa, attestandosi a quota 0,6626, rispetto agli $0,68 precedenti l’annuncio della banca centrale.

La banca centrale della Corea del Sud ha invece lasciato i tassi invariati per il nono mese consecutivo, in linea con le attese dei mercati, all’1,5%.

Positiva la performance della Borsa di Tokyo, che ha beneficiato dell’indebolimento dello yen, assistendo al rialzo dell’indice Nikkei 225 pari a +1,26%, a 16.852,35 punti. Shanghai sotto pressione con -1,86%. Sidney giù con -0,14%, Seoul +0,84%.