Mediobanca: scende il gap tra imprese Mezzogiorno e Centro-Nord

18 Giugno 2018, di Mariangela Tessa

Si riduce il gap tra le imprese del Sud e quelle del Centro-Nord. Lo si evince dal 7/o rapporto ‘Le Imprese industriali del Mezzogiorno’, relativo al periodo 2008-2016, compilato dall’area Ricerche e Studi di Mediobanca in collaborazione con la Fondazione Ugo La Malfa.

In termini di competitività, il rapporto tra costo del lavoro unitario e valore aggiunto per dipendente di un’impresa meridionale è sceso dal 77,2% del 2008 al 69,6% del 2015, mentre nel Centro-Nord è passato dal 72,7 al 69,3%. Secondo La Malfa, “non era così in passato, quando invece vi era un divario molto significativo” tra le due aree.

Secondo il presidente Giorgio La Malfa si tratta dell’aspetto

“forse più nuovo e per certi versi inatteso delle imprese industriali del Mezzogiorno, che , seppure di dimensioni quantitativamente limitate, tanto che le sole province di Bergamo e Brescia hanno più medie imprese dell’intero Mezzogiorno, mostrano andamenti e indici economici molto vicini a quelle del resto del Paese”.