Maxi multa per UBS: non segnalati milioni di transazioni

20 Marzo 2019, di Alessandra Caparello

36,7 milioni di franchi a Ubs da parte della FCA (Financial Conduct Authority), l’autorità di regolamentazione finanziaria britannica. L’accusa per il colosso guidato da Sergio Ermotti è di non aver comunicato in modo corretto decine di milioni di transazioni tra novembre 2007 e maggio 2017.

Le istituzioni finanziarie devono avere buoni sistemi di controllo per identificare quali transazioni vengono effettuate, su quali mercati, a quale prezzo, in quale quantità e con chi. Se non sono in grado di segnalare correttamente le loro transazioni, sorgono dei rischi.

Così ha reso noto il direttore della FCA Mark Steward. Nel dettaglio la FCA ha spiegato che UBS non ha fornito le necessarie informazioni su 86,7 milioni di operazioni, che andavano segnalate, e ha trasmesso circa 49,1 milioni di operazioni che non avrebbero dovuto essere comunicate.