Lotta all’evasione: stretta sull’Iva punta a recuperare 2 miliardi

27 Settembre 2016, di Alberto Battaglia

Dopo le sollecitazioni della Commissione Ue, il governo italiano sta meditando di stringere le maglie sull’evasione dell’Iva, attraverso la quale Palazzo Chigi punta a recuperare fino a 2 miliardi di euro. Anche se le modalità operative sono ancora da chiarire i tecnici dell’esecutivo, scrive il Sole24Ore, intende agire sulle “comunicazioni di tutti i dati delle fatture emesse e incassate” e, in particolare “nell’obbligatorietà di queste comunicazioni lasciando opzionale la fatturazione elettronica, oggi non obbligatoria per espresso divieto comunitario”. L’operazione dovrebbe comparire nella legge di Bilancio 2017-2019. Assieme agli incassi previsti con la Voluntary bis la lotta all’evasione dovrebbe portare nuove risorse per 3,5-4 miliardi da implementare nella Nota di aggiornamento al Def.