L’Ocse vede nero sull’economia italiana, nel 2020 peggio di noi solo l’Argentina

19 Settembre 2019, di Mariangela Tessa

L’Ocse ‘vede nero’ sull’economia italiana, che si conferma ‘cenerentola’ fra le grandi economie. Nell’aggiornamento dell’Economic Outlook per il 2019, l’istituto di Parigi ha abbassato le stime di crescita dell’Italia per il 2020 a +0,4% dal +0,6% indicato nello scorso maggio e ha conferma la crescita zero per il 2019.

Il dato italiano è il peggiore per il 2020 dopo quello dell’Argentina (-1,8%). L’Ocse ha anche tagliato drasticamente le stime per la Germania. Il Pil tedesco è ora atteso a +0,5% quest’anno (da +0,7% stimato a maggio) e solo a +0,6% nel 2020, con una crescita dimezzata rispetto al +1,2% indicato in precedenza.