Liikanen: “L’inflazione resta debole, troppo presto per eliminare QE”

27 Marzo 2018, di Mariangela Tessa

Nonostante la crescita sia solida, l’inflazione di fondo nella zona euro resta inferiore alle attese. Ecco perchè secondo il governatore della banca centrale finlandese e membro del board della Bce, Erkki Liikanen, la Bce deve essere “paziente” nella rimozione del QE.

“Un graduale inasprimento della politica monetaria poggerà su basi più solide quando le indicazioni di tassi d’inflazione potenzialmente eccedenti il 2% diventeranno più evidenti nelle aspettative d’inflazione” ha commentato il banchiere.