Libertà sul web in calo per il sesto anno di fila

15 Novembre 2016, di Alberto Battaglia

Freedom House, l’organizzazione nota per la sua classifica mondiale sulla libertà di stampa, ha pubblicato nel suo “Freedom on the Net 2016” che la libertà su Internet è in diminuzione per il sesto anno di fila. In questo caso l’Italia è nel club dei Paesi “liberi”, mentre la censura sul web, che grava su due utenti su tre nel mondo, è particolarmente elevata in Cina (maglia nera) seguita da Siria e Iran. Va precisato che la Corea del Nord non rientra nei 65 Paesi monitorati, che comunque rappresentano l’88% della popolazione globale online.

Freedom House ha denunciato come l’attenzione della magistratura ai contenuti pubblicati sui social ha comportato arresti in 38 Paesi; il 27% della popolazione che naviga su Internet vive in Paesi nei quali sono state arrestate persone anche solo per aver condiviso o mostrato interesse verso i contenuti pubblicati sui social network.