Legge Fornero, esodati e pensionati in piazza contro il governo

19 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

Oggi i sindacati si riuniranno in Piazza del Popolo a Roma per domandare al governo interventi a sostegno delle pensioni, degli esodati e dei lavoratori precoci. Saranno presenti anche i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

Fra le richieste delle organizzazioni dei pensionati compare anche “la modifica delle legge Fornero per facilitare la flessibilità in uscita e permettere l’entrata dei giovani nel mondo del lavoro”. La flessibilità in uscita, chiedono i sindacati, dovrebbe attivarsi a partire dai 62 anni; mentre i lavoratori precoci chiedono di introdurre il tetto a 41 anni di contributi per l’accesso alla pensione anticipata senza penalizzazioni. Per quanto riguarda il dolente capitolo sugli esodati i 24mila rimasti senza tutela chiedono allo Stato l’ottava salvaguardia.

Il segretario della Cgil, Susanna Camusso ha ammonito: “Se non arriveranno risposte, sarà lecito pensare a uno sciopero generale”