Lavoro, occupazione femminile al palo in Italia. Peggio di noi solo la Grecia

10 Maggio 2021, di Alessandra Caparello

Occupazione femminile ancora al palo in Italia  che è tra i Paesi Ue, quello con il più basso tasso di occupazione “rosa”  dietro solo alla Grecia, La situazione si complica ulteriormente se consideriamo le situazioni territoriali, per i forti divari a livello regionale con ben quattro Regioni del Sud che risultano  nel 2020 tra le cinque peggiori nell’Unione europea a 27.

In particolare meno di 30 donne su cento hanno un lavoro in Campania (28,7%), Calabria (29%) e Sicilia (29,3%). Male anche la Puglia con il suo 32,8%. Nell’anno della pandemia inoltre l’occupazione delle donne è scesa di 1,1 punti, passando dal 20,1% al 49% (contro il -0,6% in Ue).