Lavoro, Istat: a marzo retribuzione oraria media in crescita dello 0,7%

29 Aprile 2021, di Alessandra Caparello

Nel mese di marzo 2021, il tempo medio di attesa di rinnovo per i lavoratori con contratto scaduto, rispetto a marzo 2020, è aumentato sia per i lavoratori con il contratto scaduto (da 13,9 a 22,6 mesi) sia per il totale dei dipendenti (da 11,2 a 17,7 mesi). Lo rende noto l’Istat secondo cui la retribuzione oraria media, rispetto al primo trimestre del 2020, è cresciuta dello 0,7%.

L’indice delle retribuzioni contrattuali orarie è invariato rispetto a febbraio 2021 ed è aumentato dello 0,6% rispetto a marzo 2020. In particolare, l’aumento tendenziale è stato dello 0,9% per i dipendenti dell’industria, dello 0,6% per quelli dei servizi privati ed è stato nullo per quelli della pubblica amministrazione.