Lavoro: contratti a tempo indeterminato tornano a scendere

21 Marzo 2018, di Mariangela Tessa

È durata poco la ripresa dei contratti a tempo indeterminato. Che nel 2017, dopo la crescita del 2015 e 2016 trainata dagli incentivi contributivi, sono tornati a scendere, raggiungendo i livelli del 2014.

E’ quanto emerge dalle tabelle contenute nella Nota congiunta sull’occupazione di Istat, Ministero Lavoro Inps, Inail e Anpal secondo le quali nel 2017 le attivazioni a tempo indeterminato e le trasformazioni in rapporto di lavoro stabile sono state 2.220.000 con un calo del 10,77% rispetto al 2016 (2.488.000), anno nel quale c’erano ancora incentivi seppur ridotti.