L’attentatore di New York e New Jersey ha agito su ispirazione del terrorismo internazionale

21 Settembre 2016, di Alberto Battaglia

L’uomo che l’Fbi ha collegato alle bombe esplose a New York e nel New Jersey, Ahmad Khan Rahami, ha agito su ispirazione del terrorismo internazionale ed era già stato indagato per tale legame anche nel 2014. Al momento dell’arresto è stato rinvenuto sull’attentatore un taccuino con diversi riferimenti all’ideologia islamista e in particolare la sua ispirazione al “fratello Osama Bin Laden”, mentre in seguito è stato trovato un canale YouTube riferito al Rahami contenente alcuni video con riferimenti espliciti al jihad. Per il momento queste ispirazioni da parte dell’attentatore non bastano a far pensare ad aiuti esterni ricevuti dalle reti terroristiche internazionali. Parte dei materiali per gli ordigni, fa sapere l’Fbi, sono stati acquistati tramite Ebay.
La bomba artigianale di New York, esplosa lo scorso fine settimana, ha provocato 31 feriti. Rahami è accusato di“uso di armi di distruzione di massa”, “attacco con esplosivo in un luogo pubblico”, “distruzione di proprietà per mezzo di fuoco o esplosivo”.