Lapo Elkann arrestato a New York, simulato falso sequestro. Italia Independent -10% in Borsa

29 Novembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Lapo Elkann è stato arrestato e successivamente rilasciato dalla polizia di New York. L’accusa con cui Elkann è stato tratto in arresto è di aver simulato un sequestro al fine di ottenere dalla famiglia 10.000 dollari dopo aver speso la somma insieme a un escort in due giorni di alcol e droga. Il titolo della società fondata da Elkann, Italia Independent, perde il 10% in Borsa.

La notizia è stata riportata dal New York Daily News, dal Daily Beast e da Hollywwod reporter. Secondo le ricostruzioni, Elkann, nipote di Gianni Agnelli e creatore del marchio Italia Independent, sarebbe arrivato a New York giovedì scorso, nel giorno della Festa del Ringraziamento, avrebbe contattato un escort di 29 anni che, secondo il New York Daily News sarebbe una donna transgender, per trascorrere due giorni di festini a base di alcol, cocaina e marijuana.

Finiti i soldi, Lapo Elkann avrebbe chiesto i soldi alla famiglia, raccontando di essere stato sequestrato da una donna, che avrebbe preteso 10.000 dollari per il suo rilascio. Ma lo stratagemma orchestrato da Lapo sarebbe stato scoperto, in quanto con una finta consegna della somma la polizia – che nel frattempo era stata contattata da un rappresentante della famiglia Agnelli – avrebbe beccato i due insieme, bloccandoli. L’accusa contestata a Elkann è di falsa denuncia.