La Turchia vieta incarichi all’estero per gli accademici

20 Luglio 2016, di Alberto Battaglia

Nuovo giro di vite del governo della Turchia sul mondo accademico in seguito al fallito golpe: ogni incarico all’estero sarà vietato fino a nuovo ordine, mentre quelli già in essere dovranno essere immediatamente interrotti, salvo casi di “assoluta necessità”. Lo comunica l’agenzia di stampa statale turca Anadolu.

La notizia giunge a distanza di poche ora dalla comunicazione delle dimissioni forzate di 1.577 docenti universitari a cui vanno aggiunte quelle di 21mila insegnanti e 15mila funzionari del ministero dell’Istruzione.