La banca d’Inghilterra si prepara all’eventualità Brexit

6 Giugno 2016, di Alberto Battaglia

La Banca d’Inghilterra sta preparando un fondo d’emergenza da sei miliardi di sterline che vada in soccorso degli istituti in caso di Brexit; ne dà notizia il Guardian, nelle ore che vedono crescere la probabilità di una vittoria dei sostenitori dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Secondo l’ultimo sondaggio pubblicato dall’ “Observer” il fronte del “no” all’Ue è in vantaggio col 43% dei consensi rispetto al 40% dei sostenitori della permanenza (il 14% è ancora indeciso). I rapporti di forza si sono invertiti nelle ultime settimane, con 3 punti in più per il fronte Brexit e 4 in meno per quello Remain. A trainare il successo dei brexiters sono soprattutto i timori legati alle politiche migratorie, mentre per i loro avversari sono le argomentazioni economiche a coagulare il consenso nei confronti dell’Ue.