JP Morgan taglia rating banche italiane, si salva Unicredit

4 Giugno 2018, di Mariangela Tessa

Gli analisti di Jp Morgan bocciano le banche italiane considerte “le più esposte agli spread sui titoli sovrani, con un impatto medio negativo del 4,2% sui valori di libro per incrementi di 100 punti base dello spread BTp-Bund e di 50 punti base degli spread spagnoli e portoghesi’.

Nonostante i piani convincenti di smaltimento degli Npl e il miglioramento della qualità degli asset, gli esperti della banca americana hanno quindi tagliato i target price per i titoli delle banche italiane in media del 13%, per ‘tenere conto del maggior costo del capitale’.

Nel mirino i titoli Intesa Sanpaolo e Ubi Banca, passati a “neutral” da “overweight”. Il titolo preferito è invece UniCredit, su cui il giudizio resta “overweight”.

Restano invece invariate le previsioni di redditività.