Jp Morgan accusata di frode per acquisti in criptovalute

12 Aprile 2018, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) –  Jp Morgan sotto accusa per aver commesso attività illecite su transazioni e acquisti di monete digitali effettuati dai proprio clienti.

La banca guidata da Jamie Dimon è stata accusata di aver imposto tassi di interesse e tariffe stellati a tutti quei clienti che hanno comprato criptovalute tramite carta di credito.