Jobs Act non decolla: in calo le nuove assunzioni nei primi mesi del 2016

20 Luglio 2016, di Alessandra Caparello

Arrivano i primi dati del 2016 sugli effetti del Jobs Act nel mercato del lavoro. Nei primi cinque mesi del 2016 le nuove assunzioni a tempo indeterminato in Friuli Venezia Giulia sono risultate in calo del 37,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, una flessione più marcata rispetto a quella nazionale (-34%).

Nei primi cinque mesi del 2016 risultano in leggera crescita in regione le assunzioni a termine (+2,8% contro il +0,6% nazionale) e in sensibile aumento quelle degli apprendisti (+9,1%, in Italia +10,4%). In netto aumento le trasformazioni di rapporti di apprendistato – complessivamente +51,5% in regione, a livello nazionale +12,5% – mentre diminuiscono quelle dei tempi determinati (-33,1% contro una media nazionale pari a -37%).

Le interruzioni dei rapporti di lavoro, sempre in Friuli Venezia Giulia, sono in calo complessivamente dell’8,9%. Infine le assunzioni a tempo indeterminato che hanno usufruito dell’esonero nei primi cinque mesi dell’anno sono state in regione 2.579 (il 34% del totale), le trasformazioni di rapporti a termine 1.078 (33%).