Jaguar Land Rover (gruppo Tata Motors), conti in rosso: pesa frenata cinese

8 Febbraio 2019, di Alessandra Caparello

Tonfo di oltre il 18% per le azioni della Jaguar Land Rover la più grande casa automobilistica britannica. L’azienda, di proprietà dell’indiana Tata Motors, ha registrato la sua più grande perdita trimestrale, pari a 3,4 miliardi di sterline, circa 3,9 miliardi di euro.

Il direttore finanziario di Tata Motors, PB Balaji, prevede che il margine EBIT per Jaguar Land Rover per l’anno fiscale 2018-19 che termina il 31 marzo sia “marginalmente negativo” rispetto alla precedente guidance.

“Stiamo  intraprendendo azioni chiare e decisive in JLR per rafforzare la sua competitività, ridurre i costi e migliorare i flussi di cassa e rendere il business adatto per il futuro”.

La casa automobilistica deve così affrontare il calo delle vendite in Cina cambiando la sua strategia per concentrarsi sui profitti dei concessionari invece che sulle vendite e incentivando le vendite al dettaglio sul commercio all’ingrosso.