Italia, salari rimangono fermi anche a settembre

27 Ottobre 2016, di Daniele Chicca

Su base mensile i salari rimangono congelati ancora una volta in Italia: l’indice delle retribuzioni contrattuali orarie è rimasto invariato a settembre. Rispetto all’anno prima, invece, c’è stato un aumento dello 0,6%. Sono le ultime rivelazioni principali dell’Istat sul mercato del lavoro italiano.

Complessivamente, nei primi nove mesi del 2016 la media dei salari orari è cresciuta dello 0,7% sull’analogo periodo del 2015. Con riferimento ai principali macrosettori, a settembre le retribuzioni contrattuali orarie registrano un incremento tendenziale dello 0,7% per i dipendenti del settore privato (0,3% nell’industria e 1,3% nei servizi privati) e una variazione nulla per quelli della pubblica amministrazione.