Italia ancora in deflazione ad agosto: -0,1% sull’anno

31 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

Non sembra placata la discesa della deflazione in Italia: secondo i dati preliminari Istat il dato sull’andamento dei prezzi segna una diminuzione dello 0,1% nel confronto con l’agosto 2015, mentre cresce dello 0,2% sul mese precedente. Le dinamiche sono le medesime già viste nel mese di luglio. “La prosecuzione della fase deflazionistica è la sintesi di dinamiche di prezzo di segno opposto che si compensano”, scrive l’Istat, “Se da una parte, infatti, si attenua il calo tendenziale dei prezzi degli Energetici non regolamentati (-7,0%, da -8,0% di luglio) e accelera la crescita di quelli degli Alimentari non lavorati (+2,4%, era +1,5% il mese precedente), dall’altra i prezzi dei Servizi relativi alle comunicazioni registrano un’inversione di tendenza (-1,4%, era +0,4% di luglio) e si azzera la crescita di quelli dei Servizi relativi ai trasporti (era +0,7% il mese precedente)”.

Per quanto riguarda i prezzi al consumo, il declino complessivo è ancora da attribuire a ribasso della componente del paniere legata ai prezzi dell’energia, in calo del 6,5% rispetto all’agosto 2015.
I dato sull’inflazione “di fondo” che esclude dal paniere gi alimentari non lavorati e i beni energetici vede un incremento dello 0,4%, in calo rispetto al +0,6% di luglio.