Istat, retribuzioni orarie: aumento più basso dal 1982

27 Gennaio 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Incremento più basso dal 1982 per le retribuzioni contrattuali orarie che nel 2016 rispetto ad un anno fa registrano un lieve +0,6%. A renderlo noto l’Istat secondo cui a dicembre  indice delle retribuzioni orarie rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta dello 0,4% nei confronti di dicembre 2015.

A dicembre le retribuzioni contrattuali orarie registrano un rialzo tendenziale dello 0,5% per i dipendenti del settore privato. Nulla invece la variazione per quelli della pubblica amministrazione.

I settori che presentano gli incrementi tendenziali maggiori sono: alimentari, bevande e tabacco (1,8%) e commercio (1,0%). Nulle invece le variazioni nel settore dell’estrazione minerali, legno, carta e stampa, energia e petroli, chimiche, metalmeccanica, energia elettrica e gas, servizi di informazione e comunicazione, telecomunicazioni e in tutti i comparti della PA.